Feeds:
Articoli
Commenti

Qual è la torta più classica che ci sia? Quella più conosciuta, quella con la quale magari avete proprio cominciato a pasticciare? Quella preparata in tutto il mondo con caratteristiche tipiche del luogo, ma con un unico e sempre uguale ingrediente principe?

La torta di mele, forse?? Beh, direi proprio di si!!

Ma in quale versione? Quanti modi conoscete per gustare questo frutto a spicchi o a tocchetti mescolato a zucchero, uova e farina? Un elenco interminabile di ricette, tanto simili quanto differenti, aggiungi un ingrediente, togline un altro.

E qual è la più buona?? Che mi dite della vostra preferita? Vince su tutte quella che vi ha insegnato la mamma o quella che avete trovato in un quadernetto consunto appartenuto alla sconosciuta trisavola?? O le batte tutte quella della zietta preferita?? E non dimentichiamoci di quella della nonna…

Allora, mi date una mano a raccoglierne qualcuna? Dai, proviamoci!!

Io intanto comincio da questa: una ricetta base con un ingrediente ultra salutare che fa un sacco bene: il germe di grano.

Perciò spazzolatela con tranquillità, combatte i radicali liberi:J)

 

INGREDIENTI

200 gr farina 00

50 gr germe di grano   

150 gr burro  

130 gr zucchero

3 uova

2 mele

1 bicchiere di latte

Scorza grattugiata di limone

1 pizzichino sale

 

Preriscaldare il forno a 170°. Montare le uova  con lo zucchero e il burro morbido. Unire il pizzico di sale, la farina e il germe di grano setacciati.

Diluire con il latte e aggiungere la scorza del limone. Versare il composto nella tortiera e aggiungere le mele sbucciate  e tagliate a fettine. Cospargere sopra con una cucchiaiata di zucchero semolato o di canna.

In forno per 40 minuti circa.

Girandole, girandoline, girandolette……………eccoli, golosi biscotti per bambini.

 

Peccato che abbiano un profumo così delizioso ed invitante  che vi sfido ad ignorarli e a considerarli solo cibo per piccini…anche perché chi è mai riuscito a dire di no al suo ripieno??? Chi non ha mai infilato un dito nel vasetto di questa crema che ci ha reso famosi in tutto il mondo????

 

No no, mi sa che non potrete proprio far finta di nulla……!!!

 

INGREDIENTI

Per 30 biscotti circa

110 gr burro

150 gr zucchero

1 uovo grande  

1,5 gr lievito

1,5 sale

230 gr farina 00

100 gr crema spalmabile alle nocciole

1 arancio – buccia grattugiata

 

Mescolare burro morbido e zucchero. Aggiungere il lievito, il sale, poi l’uovo e la buccia d’arancia. Unire la farina mescolando sempre con il frullatore. Stendere l’impasto ottenuto su un foglio di pellicola trasparente, dargli una forma quadrata  e far riposare in frigo per un paio d’ore circa. Spostare l’impasto su un foglio di carta da forno, spalmarla di crema lasciando un cm di bordo. Avvolgere la pasta in un rotolo e pizzicare le estremità per chiudere il rotolo. Farlo riposare nuovamente in frigo per una notte in modo da solidificarlo.

Preriscaldare il forno 180°. Tagliare il rotolo in fette da 2 cm circa ed appoggiarle su una teglia da forno foderata di carta. Cuocere le girandole per una decina di minuti circa finchè non risulteranno dorate.    

Domenica è sempre domenica………..si sveglia la città con le campane…….ve lo ricordate questo ritornello???? Uso questo preambolo per raccontare ancora una volta che domenica è un giorno speciale, la giornata della settimana dedicata al cazzeggio, al riposo, a tutto quello che non si riesce a fare nella frenesia della quotidianità. Ci si veste comodi, ci si spaparanza sul divano con una coperta, una cioccolata bollente ed un bel film, si vedono amici, si ascolta musica, si dorme, si preparano pietanze per se e la famiglia più curate e golose. Tutto con calma. Tutto più lento. Persino il cucchiaino per mescolare il caffè lo si usa con più lentezza……….e in mezzo a tutte queste coccole (perché di domenica è vietato litigare!!), non può mancare un dolce che riunisca tutti. Un dolce per la famiglia, da mangiare in compagnia, perfetto per la colazione, ma adatto anche per il fine pasto.

La ciambella della domenica, ecco. Chiamiamola così….senza pensare che poi viene il lunedì…..           

 

INGREDIENTI

170 gr zucchero

70 gr burro

180 gr farina 00  

70 gr fecola

2 uova

1 bustina lievito  

1 bustina estratto vaniglia

250 ml panna fresca

100 gr cioccolato fondente a pezzettini

Preriscaldare il forno a 170° gradi. Imburrare ed infarinare uno stampo a ciambella.

Mescolare il burro morbido con lo zucchero  fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.

Aggiungere le uova e continuare a montare. Setacciare la farina, il lievito, la fecola ed unirli al composto di uova e burro alternandoli con la panna. Ricordatevi che il composto deve risultare ben gonfio.

Infarinare leggermente i pezzettini di cioccolato ed aggiungerli al resto. In forno per 40 minuti circa.

Questo autunno anomalo ci sta regalando delle giornate meravigliose: cielo terso, di un azzurro che più azzurro non si può, sole tiepido che pare di essere alle soglie della primavera e non certo a un mese dal natale.

Ed io come le migliori imitazioni fantozziane sono costipata……….naso gocciolante, tosse stizzosa, occhi lucidi, dolori un po’ dovunque. Ma come, mannaggia, mio nipote torna a casa ed io non posso vederlo????????ma che ho fatto di male??????????………….ahhhhhhhhhhhh……………gggggggggggrrrrrrrrrrrr…………………

Mammina, che facciamo, invece di girare per casa brontolando, ti do una mano a preparare un dolcino, che dici, vuoi, eh?????????

Uff, se proprio pensi sia una buona soluzione..

Ma si, vedrai che poi starai meglio! Allora, lo facciamo un dolcino cremoso, morbido, piccolo, da gustare con le dita???

Che hai in mente, farfalla, non chiedere cose complicate, sono malaticcia…non pretendere cose strambe, per favore,  mmmm, fammi vedere che ingredienti stai mettendo sulla tavola, pasta frolla, cioccolato bianco, mirtilli, more…..ma si, forse un bocconcino dolce e sfizioso si può fare..          

Questi cestini golosi, non richiedono troppo tempo (se preparate la frolla qualche giorno prima e la lasciate riposare in frigo, il più del lavoro è fatto), ma il risultato che si ottiene è sicuramente delizioso e d’effetto.

E anche raffreddore e tosse ne trarranno  un ottimo beneficio….::))

 

INGREDIENTI

Per 8 cestini

Per la Frolla

250 gr farina 00

125 gr zucchero

1 pizzico sale  

125 gr burro morbido

1 uovo

4 gr lievito

scorza limone  

zucchero a velo

 

Per la farcia

200 gr cioccolato bianco

2 uova

60 gr zucchero

1,5 dl panna fresca

ribes, lamponi, more

zucchero a velo

 

 

In una ciotola capiente unire il burro a pezzetti (temperatura ambiente). Aggiungere la buccia di limone e lo zucchero. Mescolare bene.

Poi inserire l’uovo ed amalgamare ancora. Setacciare la farina mescolata con il lievito e il sale nella spianatoia e versare nel centro la crema ottenuta. Mescolare velocemente e riporre in frigo per un’ora.

Fondere a bagnomaria il cioccolato spezzettato con un cucchiaio di panna. Toglierlo dal fuoco, versarlo in una terrina e lasciarlo intiepidire. Nel frattempo montare a neve le chiare d’uovo con un pizzico di sale. Montare anche la panna restante e lasciar riposare in frigorifero.

Incorporare al cioccolato i due tuorli (uno alla volta), poi gli albumi e la panna. In frigo per almeno 4 ore.

Imburrare e infarinare le 8 piccole tortiere, adagiare la frolla, bucherellarla, coprirla con pezzetto di carta da forno e  cospargerla di legumi secchi per evitare che cresca in cottura. In forno già caldo (170°) per circa 20 minuti.

Una volta cotte e raffreddate eliminare carta e legumi e al momento di servire farcire con la mousse al cioccolato bianco decorando a piacere con i frutti del bosco. Una leggera spolverata di zucchero a velo e sono pronti.

Tesoro della zia

Benvenuto tesoro della zia!!! (e della mamma, del papà, dei cuginetti, dei nonni e di zii e ziette!!!)

In questa giornata così uggiosa che più uggiosa non si può, eccoti finalmente piccolo raggio di sole! E la gioia che stai portando è talmente grande che il cuore è tutto un tumulto e il cervello completamente all’aria…….

Per questo le ricette ve le racconto un’altra volta………….

Ancora biscottini.

 

Buoni, certo, come tanti altri, ma questi ve li racconto, perché sono soprattutto profumati, profumati, profumati.

Perché la scorzetta degli agrumi grattugiata che ho amalgamato nella pasta ha rilasciato un profumo inebriante che si è propagato in tutta la casa, un aroma persistente, di puro relax proprio come quando vi godete un trattamento benefico in una sontuosa spa.

Un po’ come quando anche, nelle buie e grigie serate d’inverno si lasciano seccare sui termosifoni le bucce d’arancio. Amo il loro odore agrumato, mi sa sempre di casetta, di palline di natale, di sorprese e candele accese sparse un po’ dovunque..    

Succede però che in serate “magiche” come questa la farina scarseggi e allora per emergenza decido di lasciarne cadere nell’impasto anche qualche cucchiata di quella riso. E non tutto il male vien per nuocere: perché le treccioline sono diventate più leggere e i sensi di colpa si sono mischiati alla scia agrumata, quella incantatrice, ed insieme, a braccetto han deciso di rifare un altro giro di tutta la casa per la mia gioia e felicità…:) 

 

INGREDIENTI

200 gr farina 00

80 gr farina riso

120 gr burro  

100 zucchero

2 tuorli

1 pizzico di sale

5 cucchiai panna fresca

Scorza grattugiata di 1 arancia e di 1 limone

 

Riscaldare il forno a 170°. Sbattere lo zucchero con il burro morbido e una volta ottenuta una crema omogenea, aggiungere i tuorli (uno alla volta!) e la panna. Mescolare le farine con il sale e le bucce grattugiate degli agrumi.

Aggiungere il tutto alla crema e mescolare velocemente. Far raffreddare in frigo per un’oretta. Riprendere la pasta, staccarne una noce, farne un rotolino, piegarlo in due e attorcigliarlo come fosse una treccina.

In forno per 20/25 minuti, finchè non saranno dorate.

Un pasticcio un pò originale, leggero e velocissimo (qui non si sporcano molte terrine!!). L’unico consiglio che vi raccomando è la cura degli ingredienti, sono pochi, ma se li comperiamo buoni, di qualità, ecco che una cavolata di ricetta si trasformerà in qualcosa di delizioso!!! E questo discorso vale per tutto…

INGREDIENTI

10 fogli di pane carasau (pane sardo sottilissimo) 

sugo di pomodoro fresco (se fatto in casa, meglio!!)

1 mozzarella fiordilatte

1,5 etto prosciutto cotto naturale

parmiggiano reggiano

basilico a volontà

sale e pepe

olio evo

Preriscaldare il forno a 180° . Per un sugo di pomodoro rapido, tuffare i pomodorini in acqua bollente per un minuto, raffreddarli in acqua fredda e pelarli. Privarli dei semini, e preparare una passata. Aggiustare di sale, pepe e olio extravergine di oliva.

In una pirofila da forno, versare un paio di cucchiai di olio per bagnare il fondo e due cucchiai di passata.

Inumidire con l’acqua fredda un foglio di pane carasau, sgocciolarlo bene e poggiarlo sulla pirofila. Versare ancora un paio di cucchiate abbondanti di sugo, alcune fettine di prosciutto cotto e dadini di mozzarella. Salare, pepare, foglioline di basilicoa volontà e una grattuggiata abbondante di parmiggiano per completare. E così via fino a terminare gli strati.

In forno per una trentina di minuti circa.