Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Biscotti’ Category

Biscottini ai lamponi

Biscottini ai lamponi: ma non sono belli????

Ideali per un ricco tea time..

Tra le tante frolle provate e riprovate, questa è la mia preferita.

Perfetta direi, semplicemente perfetta…

 

p.s. attenzione, non spaventatevi dalle dosi, se non la userete tutta potete lasciarla qualche giorno nel frigo senza alcun problema (ma, in caso contrario, ho i miei dubbi che i biscotti possano rischiare di andar vecchi…….)

 

 

INGREDIENTI

 

500 gr farina 00

250 gr burro

250 gr zucchero a velo

1 pizzico sale

2 uova

Scorza limone, arancia, vaniglia…

Confettura di lamponi

 

 

In una ciotola mettere il burro ammorbidito, la scorzetta che preferite, lo zucchero e mescolare bene. Aggiungere le uova e mescolare ancora.

Versare la farina setacciata nella spianatoia e il composto nel centro. Compattare velocemente, formare una palla che lascerete riposare nel frigo  avvolta con carta argentata.

Riprendere l’impasto, stenderlo con il mattarello, formare dei biscotti con la forma che più desiderate, ricoprire con un velo (né troppo abbondante, ma nemmeno striminzito!!) di confettura di lamponi ed appoggiare un altro biscotto a mò di coperchio.

In forno ben distanziati (a 170° circa) finchè non raggiungono la colorazione.

 

Read Full Post »

Girandole alla crema di nocciole

Girandole, girandoline, girandolette……………eccoli, golosi biscotti per bambini.

 

Peccato che abbiano un profumo così delizioso ed invitante  che vi sfido ad ignorarli e a considerarli solo cibo per piccini…anche perché chi è mai riuscito a dire di no al suo ripieno??? Chi non ha mai infilato un dito nel vasetto di questa crema che ci ha reso famosi in tutto il mondo????

 

No no, mi sa che non potrete proprio far finta di nulla……!!!

 

INGREDIENTI

Per 30 biscotti circa

110 gr burro

150 gr zucchero

1 uovo grande  

1,5 gr lievito

1,5 sale

230 gr farina 00

100 gr crema spalmabile alle nocciole

1 arancio – buccia grattugiata

 

Mescolare burro morbido e zucchero. Aggiungere il lievito, il sale, poi l’uovo e la buccia d’arancia. Unire la farina mescolando sempre con il frullatore. Stendere l’impasto ottenuto su un foglio di pellicola trasparente, dargli una forma quadrata  e far riposare in frigo per un paio d’ore circa. Spostare l’impasto su un foglio di carta da forno, spalmarla di crema lasciando un cm di bordo. Avvolgere la pasta in un rotolo e pizzicare le estremità per chiudere il rotolo. Farlo riposare nuovamente in frigo per una notte in modo da solidificarlo.

Preriscaldare il forno 180°. Tagliare il rotolo in fette da 2 cm circa ed appoggiarle su una teglia da forno foderata di carta. Cuocere le girandole per una decina di minuti circa finchè non risulteranno dorate.    

Read Full Post »

Ancora biscottini.

 

Buoni, certo, come tanti altri, ma questi ve li racconto, perché sono soprattutto profumati, profumati, profumati.

Perché la scorzetta degli agrumi grattugiata che ho amalgamato nella pasta ha rilasciato un profumo inebriante che si è propagato in tutta la casa, un aroma persistente, di puro relax proprio come quando vi godete un trattamento benefico in una sontuosa spa.

Un po’ come quando anche, nelle buie e grigie serate d’inverno si lasciano seccare sui termosifoni le bucce d’arancio. Amo il loro odore agrumato, mi sa sempre di casetta, di palline di natale, di sorprese e candele accese sparse un po’ dovunque..    

Succede però che in serate “magiche” come questa la farina scarseggi e allora per emergenza decido di lasciarne cadere nell’impasto anche qualche cucchiata di quella riso. E non tutto il male vien per nuocere: perché le treccioline sono diventate più leggere e i sensi di colpa si sono mischiati alla scia agrumata, quella incantatrice, ed insieme, a braccetto han deciso di rifare un altro giro di tutta la casa per la mia gioia e felicità…:) 

 

INGREDIENTI

200 gr farina 00

80 gr farina riso

120 gr burro  

100 zucchero

2 tuorli

1 pizzico di sale

5 cucchiai panna fresca

Scorza grattugiata di 1 arancia e di 1 limone

 

Riscaldare il forno a 170°. Sbattere lo zucchero con il burro morbido e una volta ottenuta una crema omogenea, aggiungere i tuorli (uno alla volta!) e la panna. Mescolare le farine con il sale e le bucce grattugiate degli agrumi.

Aggiungere il tutto alla crema e mescolare velocemente. Far raffreddare in frigo per un’oretta. Riprendere la pasta, staccarne una noce, farne un rotolino, piegarlo in due e attorcigliarlo come fosse una treccina.

In forno per 20/25 minuti, finchè non saranno dorate.

Read Full Post »

Cuore di panna

Avete mai provato a scrivere di getto tutto quello che vi passa per la mente??????A  scuola capitava  spesso. Ho un ricordo ben preciso degli anni delle superiori; all’epoca avevo un professore molto moderno, quasi un rivoluzionario (anche se si presentava come un quarantenne molto distinto e fascinoso) che amava metterci alla prova con monologhi, soliloqui e temi che apparentemente parevano senza capo, né coda.

“Scrivete i ricordi della vostra infanzia” ci diceva, “non solo quelli più significativi, ma anche i più sciocchi, quelli ripetitivi, descrivete quelle azioni quotidiane che fate automaticamente senza nemmeno rendervene conto”. E noi sghignazzando, via a scrivere tutte le cretinate che ci venivano in mente…

Così ora, che sono una ragazza di una certa età, capita che un avvenimento, un gesto banale, senza senso, risvegli dei ricordi sopiti che tornano in vita a volte completamente slegati tra loro o armoniosamente collegati da un filo magico, invisibile, attaccato magari ad un biscotto che non assaggiavo da tempo inzuppato in una tazza di thè profumato..

E mentre inzuppo..ecco che arrivano suoni, odori, immagini, così, uno dietro l’altro…la mia bicicletta color arancio, i Topolini consumati, l’Isola dei Gabbiani, le zucchine lessate che detestavo, la cartella rossa e blu, il primo libro di lettura che narrava le peripezie del gatto Biagio, il sacchetto delle patatine Pai che la mamma non mi comperava mai, la mia pista di pattinaggio, l’odore inconfondibile e irripetibile dello spogliatoio dove ci cambiavamo, le ginocchiere consumate per salvarmi dalle botte, i telefilm di Emil, Rai Uno e Rai Due in bianco e nero, Happy Days e ancor prima Attenti a quei due, la mattonella gelato che ci fermavamo a comperare alla latteria prima di arrivare al mare, le scarpe rosse, lucide, di vernice che non potevo mettere perché dovevo portare quelle rigide blu correttive, il ghiacciolo alla menta, quel ragazzino dagli occhi scuri che saliva con me sull’autobus tutte le mattine e che se n’è andato troppo presto, il libri sulla famiglia Kennedy insieme ad Un collegio in subbuglio, i miei preferiti per un sacco di tempo, Carosello, Carosello, la mia unica Barbie che ha perso tutti i capelli dopo essere finita nella mani di mia sorella, i funghetti dolci, biscotti di vaniglia e cacao che sfornava la mammina, i giochi in spiaggia al tramonto, quando la sabbia diventava fredda e umida e provocava qualche brivido tra le dita…

E tutto questo inzuppando un biscotto.

Provate voi adesso, inzuppate e scrivete……               

 

INGREDIENTI

 

375 gr farina 00

150 gr zucchero a velo

½ bustina lievito in polvere

200 gr burro

100 gr panna

1 pizzico di sale

 

Mettere la farina con lo zucchero a velo, il lievito e il sale.

Raccogliere il tutto in una ciotola aggiungendo il burro a pezzetti e la panna. Lavorare il composto velocemente fino a renderlo omogeneo. Chiuderlo a palla in un tovagliolo e lasciar riposare in frigo per almeno una nottata. Il giorno dopo, spianate la pasta a circa 3 mm e ritagliate con una formina dei cuori.

Cuoceteli in forno a 180° circa per una 15 di minuti.

Read Full Post »

Spritz alla vaniglia

Biscotti, biscotti e ancora biscotti.

 Dovrete portare pazienza se nei prossimi post ne troverete a josa, ma vuoi perché erano finite le scorte per la colazione, vuoi perchè sono sempre carini da regalare, vuoi perchè me ne hanno richiesti per un mercatino benefico, insomma per un motivo o per l’altro, mi sono sbizzarrita con i “piccolini”.

Perché i biscotti sono ancora più buoni se sono piccini, bocconcini che non ti fanno sentire in colpa se non puoi fare a meno di ficcartene in bocca un altro paio…….

E allora via,  cominciamo con queste delizie della Sigrid!!!

 

INGREDIENTI

190 gr burro

225 gr farina

75 gr zucchero a velo  

1 bacca vaniglia

1 albume

1 presa fleur de sel

 

Riscaldare il forno a 160°. Lavorare con la frusta il burro morbido, lo zucchero a velo, i semini di vaniglia e il fleur de sel. Aggiungere l’albume e una volta incorporato versare la farina setacciata. Mescolare velocemente. Versare il composto in una sac a poche e sulla piastra del forno creare una “w doppia”. In forno per una decina di minuti al massimo.

Read Full Post »

Biscottini al caramello

Non c’entrano ancora nulla in questa stagione, ma ne
avevo così tanta voglia da sognarli di notte e svegliarmi il mattino con questo
chiodo fisso.

…..ho tentato di resistere, sono passate un paio di
settimane, ma il desiderio era sempre lì, acuto più che mai.

Bizzarro lo so, ma tenete a mente la ricetta perché tra
qualche mese, sono sicura che pure a voi capiterà lo stesso……..

 

INGREDIENTI

Per 40 biscotti circa

180 gr zucchero canna

200 gr burro

35 gr zucchero canna muscovado

400 gr farina 00

50 ml panna

 

In un pentolino da fondo spesso sciogliere lo zucchero
di canna, poco alla volta. Quando il caramello sarà pronto, unire la panna
(precedentemente scaldata), il burro morbido a dadini e mescolare velocemente.

Una volta intiepidito, aggiungere la farina e lo
zucchero di canna muscovado impastando bene. Stendere l’impasto tra due fogli
di alluminio e lasciar riposare in frigo per almeno una notte. Riprendere il
tutto, rimpastare nuovamente e stenderla con un mattarello in una sfoglia di
1,5 cm circa. Con uno stampo creare dei biscotti, spolverizzarli con lo
zucchero di canna ed infornare a forno statico a 170° gradi per 15 minuti
circa.

 

Read Full Post »

Sandwiches alle albicocche

E’ capitato anche a voi di
leggere un libro che vi ha cambiato la vita???? A me si.

Il dramma e il terrore che ho
vissuto alla fine del mio primo percorso in parte  (ci tengo a sottolinearlo…!!) è stato superato
leggendo il libro “Solo Pane” di J. Hendricks.

Libro cretino, penserete voi.
Invece, tra ricette e stupidaggini, queste pagine sono state in grado di ricaricarmi
le batterie arrugginite di energia positiva.
Racconto presto detto, narra di una donna felicemente sposata (povera, lei
almeno ne era convinta!!) che scopre un marito fedifrago nel peggiore dei modi e
che si trova da un giorno all’altro sola, disperata e senza soldi.  Non sa fare nulla, o meglio è convinta di non
saper fare nulla, finchè  ricorda che
prima di incontrare il disgraziato, la cosa che la faceva stare bene, in pace
con se stessa e con il mondo era fare il pane.

Ed ecco che ricomincia a vivere
in un’altra città abbandonando paure e timori rispolverando i suoi ricordi sul
pane e diventando panettiera di professione.

Pensate la scena: se tutte le
donne per riemergere dalle macerie di un matrimonio fallito decidessero di fare
pane……………ah, il mondo traboccherebbe di michette e baguettes…..:J)

Comunque, per ritornare al
discorso iniziale, amo questo libro così tanto che è l’unico che rileggo tutti
gli anni anche se lo conosco a memoria. Ne ho bisogno, mi serve, sono convinta  che tra quelle pagine consunte e ormai
rovinate, si nasconda ancora qualche pizzico di magia.

Quanti ne sono susseguiti, poi??
Molti, molti altri, spesso a sfondo culinario, alcuni leggeri, altri più
profondi che tra un filo d’olio e una foglia di basilico sono stati in grado di
svelare aspetti della vita mai immaginati e presi in considerazione.

E poi una vita senza libri, che
vita sarebbe? Poco condita, senza sale, insulsa, così insipida  da non permetterti di allargare  le proprie riflessioni.

E quando avete in mano un libro
avvincente, goloso, che vorreste non finisse mai, cosa c’è di meglio nel
gustarlo con qualcosa che dia altrettanta soddisfazione??

Il mio libro lo abbino così: a
questi burrini alla marmellata di albicocche, piccoli sandwiches dolci, ma
nemmeno troppo se come me il ripieno non lo amate molto zuccherato.

E voi, che mi dite, pensate
stiano bene in compagnia anche del vostro libro preferito???????

 

INGREDIENTI

 

150 gr burro

200 gr zucchero di canna

2 uova

400 gr farina

1 baccello di vaniglia

sale

 

 

lavorare in una ciotola il burro e lo zucchero in modo
da ottenere un impasto cremoso. Incorporare i tuorli e i semini di vaniglia.

Incorporare gli albumi montati a neve. Aggiungere piano
la farina setacciata con il pizzico di sale e manipolare velocemente. Formare
una palla e farla riposare in frigo per una nottata. Una volta ripreso
l’impesto stenderlo velocemente, formare dei biscotti con la forma desiderata e
cuocere in forno a 180° gradi er una decina di minuti circa.

Una volta raffreddati, io li ho spalmati con marmellata
di albicocche (senza zuccheri aggiunti, mi raccomando! Io ho usato una
confettura strepitosa che ha fatto la zietta!) e ricoperti con un altro
biscotto.

Read Full Post »

Older Posts »