Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2011

Il mese scorso mi sono fatta un regalo. Un regalo “un pochino a scatola chiusa”, senza sapere effettivamente cosa conteneva, ma andando così, ad intuito…:ho ordinato online il libro di Sigrid “Regali Golosi” e mai acquisto ad occhi chiusi è stato così azzeccato!! Certo voi direte, sei andata sul sicuro, avevi bisogno di ulteriori certezze???Beh, sinceramente, un pochino timorosa lo ero, perché mi sarebbe dispiaciuto trovarmi di fronte a ricette già conosciute o banali,no?? Invece credetemi quando vi dico che è davvero bellissssssimo, non c’è una pagina, un suggerimento che non invogli a mollare quello che si sta facendo per lanciarsi e sperimentare!!!

Ah, quanto mi piacerebbe bigiare l’ufficio per provarle tutte:J)

Intanto ve ne suggerisco una davvero golosa, da regalare e da fare per sé…     

 

Ingredienti

200 gr zucchero

80 gr burro

40 cl panna fresca

1 cucchiaino scarso di fleur de sel

Fate sciogliere lo zucchero in una pentola dal fondo spesso a fuoco medio, senza mescolare. Ottenuto un caramello dorato, aggiungere il burro un pezzo per volta e il fleur de sel. Sempre mescolando aggiungere piano piano la panna che fredda tenderà a schizzare e formare dei grumi. Riscaldare la pentola e mescolare finchè non la salsa non diventa liscia e omogenea. Lasciar raffreddare e conservare in un barattolo al fresco.

Annunci

Read Full Post »

Prepariamo qualcosa di cioccolatoso e rapido che porti effetti benefici e positivi al cuore in men che non si dica??? E allora non c’è nulla di meglio di una ciotolina (una…beh..!!) di mousse al cioccolato e scorzette d’arancio che ti mette subito in pace con il mondo………..

Che faremmo senza cioccolato……..mah…….

 

INGREDIENTI

 

150 gr cioccolato fondente a pezzi

3 uova

2 cucchiai di zucchero a velo

100 ml di panna fresca

1 pizzico di sale

Scorzette d’arancio

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Togliere l’impasto fluido e cremoso dal fuoco e versatelo in una ciotola capiente. Incorporate  uno alla volta i tuorli. Aggiungete una leggera e sottile spolverata di scorza d’arancio. Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e aggiungete piano lo zucchero a velo. Versate piano, dall’alto verso il basso gli albumi montati a neve. Montate la panna fresca e aggiungetela al composto. Versate in coppette monoporzione e lasciate riposare in frigo per almeno 3 ore. Decorate  a piacere con scorzette d’arancio.

Read Full Post »

Eva abita in collina, in una zona particolarmente famosa e rinomata per le ciliegie. A dire il vero quando vado a trovarle, lei e la mia nipotina, rientro con il bagagliaio pieno di frutta e verdura di stagione.Lì pare non manchi mai niente, un vero paradiso, senza bisogno di andare al mercato. Bello, no??

Comunque, lo scorso giugno dopo una piacevole domenica trascorsa insieme tra chiacchere e chiacchere, eccomi a casa con una cassa di ciliegie marosticane rosso scuro deliziosamente profumate. Potevo mangiarle tutte??A dire il vero, ci ho pure provato…..,ma alla fine con le rimanenti ho riempito un pentolone (comunque stracolmo!!!) con l’intento di metterne da parte qualche vasetto per le grigie domeniche invernali.    

E oggi non avendo voglia di frolla e crostata, ho pensato a questi raviolini di pasta di ricotta dal cuore rosso scuro e delicatamente dolce.

Facili facili, veloci tanto che uno tira l’altro proprio come con le marosticane………

 

INGREDIENTI

 

300 gr ricotta fresca

200 gr burro

200 gr farina

1 bustina di lievito

Marmellata di ciliegie

Impastare la ricotta, il burro, la farina e il lievito in modo da formare una pasta morbida. Lasciar riposare in frigo per un’ora. Stendere la pasta sulla spianatoia, intagliare dei piccoli cerchi, aggiungere mezzo cucchiaino di marmellata e chiudere bene il raviolo spennellando il bordo con un pennello inumidito.

In forno a 180° circa per quindici minuti. Una volta sfornati, spolverizzarli di zucchero a velo.

Read Full Post »

Torta al caffè

INGREDIENTI

250 gr di zucchero

250 gr di mandorle tritate finemente

7 uova

25 gr di caffè in polvere

1 bustina di lievito

Per la ganache al cioccolato:

200 ml di panna

1 bacello di vaniglia

300 gr di cioccolato fondente tritato

Mescolare i tuorli con lo zucchero finchè non saranno gonfi e spumosi. Aggiungere la farina di mandorle, il caffè in polvere, il lievito. Amalgamare con delicatezza al composto le chiare montate a neve con un pizzico di sale. Infornare per un’ora circa a 140° gradi. Sfornare la torta e una volta raffreddata farcirla con la ganache di cioccolato.

Per la ganache :in una casseruola far prendere il bollore alla panna aromatizzata con la vaniglia. Una volta tolta dal fuoco, aggiungere il cioccolato spezzettato e mescolare. Montarla con un frullatore per aumentarne la corposità.

Decorare a piacere.

Read Full Post »

Oggi è il grande giorno. Il giorno del debutto. Che emozione indescrivibile!!!Ma che ci faccio io in questo  infinito universo di bloggers- chefs tutti bravissimi, tutti così esperti da far sognare???A differenza loro, non so cucinare, non so preparare piatti strabilianti, né desserts esplosivi, io adoro solo pasticciare, mescolare uova, zucchero e farina e star a guardare l’alchimia che nasce quando accendo le manopole del forno. Ma si nasce con una passione così sconfinata? Ce la portiamo dentro come facesse parte del nostro dna?? Se ripenso a quando può essere scattata la molla, ecco che mi viene subito in mente il “Dolce Forno” quella scatola magica (giocattolo di tanti anni fa…)  che avrebbe dovuto sfornare dolcetti e biscotti in miniatura  e che Babbo Natale si è sempre scordato di lasciarmi sotto l’albero. Poi un forno vero e proprio potevo averlo davvero (almeno così pensavo..): tre zie zitelle proprietarie di un panificio e io lì a studiare per la licenza di panetteria e pasticceria (a quell’epoca le licenze non si comperavano ancora!!!) con la certezza e la convinzione che un giorno sarebbero state orgogliose di me. Peccato che oltre ad essere terribilmente zitelle erano anche terribilmente egoiste tanto da preferire di lasciare la loro attività ad estranei e vederla così morire.

Ora, dopo tanti anni, un paio di amiche m’invogliano a tentare questo esperimento sostenendomi in questo mondo tecnologico così lontano da me. Vabbè, mi dico, proviamoci, “chi non risica, non rosica” e vediamo come andrà a finire: aiuto, che paura!!!J)

Bene, si parte allora, ma altro dilemma mi si prospetta: con che ricetta apro questo blog?????A dire il vero, non ho dovuto nemmeno pensarci tanto. Ho preso il ricettario di mia mamma e a colpo sicuro ho deciso per la torta al caffè. Una torta vecchia, antica, della bisnonna, (senza uso di farina) che mia mamma faceva spesso quando ero piccola. Mio era il compito di mescolare tuorli e zucchero finchè il polso non mi doleva..

Questa prima pagina la dedico a te, mamma.

Read Full Post »